email    password    
 
CHIEDIALMEDICO.IT
IL BOARD
I TEST DI PREVENZIONE
SERVIZI
Consulta il nostro dizionario delle patologie

I nostri medici
Prof. Ignazio R. Marino
MD Professor of Surgery - Director, Liver Transplantation and Surgery, Thomas Jefferson University, Philadelpia USA
 

Domanda
Trapianto con trombosi vena porta
La ringrazio per la risposta data alla mia precedente domanda, ma mi perdoni se ho ancora qualche dubbio da sciogliere. Nei giorni passati, mi sono fatto visitare da un epatologo, il quale mi dice di contattare un centro trapianti. Il centro Trapianti dell'Ospedale Cardarelli di Napoli, città dove abito, è da maggio che mi tiene in day hospital, non mi dà alcuna diagnosi definitiva, sono stato ultimamente a Roma e tra pochi giorni dovrò riportare una ennessima Tac per far controllare se della trombosi della vena porta ci sia qualche piccola uscita al fine di permettere il trapianto. Ora se tutto questo non ci fosse, chi mi dovrà seguire per il futuro? L'epatologo mi dice che non esiste alcuna cura, quindi dovrò da solo fare il medico di me stesso? Sono stato seguito da tutti e nessuno!

Risposta
Prof. Ignazio R. Marino
Non conoscendo i suoi parametri di laboratorio, né avendo visionato la sua TAC mi è difficile darle un'opinione sulla sua trapiantabilità. Essendo il trapianto di fegato l'unica terapia che possa guarirla è necessario comprendere se è possibile eseguirlo oppure no. Come lei forse sa io ho dato le dimissioni dal centro che dirigevo a Palermo e quindi non la posso seguire lì. Sono in procinto di spostarmi a Filadelfia, dove dirigerò il centro trapianti di fegato. Se vuole all'inizio di gennaio 2003 può mandarmi le lastre della TAC (mi servono proprio le lastre, la risposta scritta non è sufficiente per dare una opinione accurata) insieme a un riassunto della sua storia clinica che può farsi scrivere dal suo medico curante.